AZ Informa

Inserisci una stringa alfanumerica da cercare
Come acquistare ENTRA

Glossario

50 verbi del fare NPL: concordare

Con questo verbo si intende un accordo con il debitore al fine di trovare una soluzione sostenibile per risolvere la morosità.
Si procede spesso in questa direzione per poter risolvere le problematiche di risoluzione del debito in maniera efficiente e conveniente per entrambe le parti

50 verbi del fare NPL: affidare

Con il termine affidare si è soliti indicare o il lotto/pacchetto che l’originator affida al servicer o si intende la consegna della singola gestione all’interno del servicer ad un recuperatore.

50 verbi del fare NPL: analizzare

Con questo termine si intende prendere in esame un pacchetto di pratiche affidato, scomporlo e confrontarlo con i dati storici. Sulla base dell'analisi dei dati si definisce la strategia più appropriata da seguire.

50 verbi del fare NPL: caricare

Con questo verbo si intende trasferire all'interno del proprio gestionale i dati contenuti nel tracciato d’affidamento affinché siano pronti per la gestione da parte dell’ operatore.

50 verbi del fare NPL: elaborare

Con questo termine si intende l’elaborazione di una strategia di recupero finalizzata al rendimento massimo del portafoglio. Si elaborano generalmente soluzioni di rientro compatibili con il debitore al fine di recuperare in maniera sostenibile il debito.
Con questo termine si intende anche la lavorazione strategica di un business plan in fase di pianificazione con il committente.

50 verbi del fare NPL: formulare

Questo verbo indica l’attività di progettazione di proposte per incontrare le esigenze dei debitori al fine di trovare una soluzione di pagamento che sia il più possibile sostenibile. Con questo verbo si intende inoltre la formulazione di piani di recupero per i committenti con l’analisi ed il calcolo delle performance attese.

50 verbi del fare NPL: pagare

Questo è un verbo chiave per chi opera nel recupero del credito. Esprime la finalità dell’operato della collection, esprime quello che il dipartimento deve riuscire ad ottenere: un pagamento.
Si intende il pagamento del debito, il pagamento della rata, il pagamento della bolletta o della fattura.
Il verbo ho una duplice funzione rivolgendosi anche a pagamenti fatti dal dipartimento verso esattori, verso società e verso i dipendenti.

50 verbi del fare NPL: pianificare

La pianificazione è una delle attività più importanti della gestione del credito.
Si tratta di definire ed elaborare le migliori strategie per raggiungere l’ obiettivo atteso. Durante fase di pianificazione vengono simulati scenari sulla base dei paradigmi analitici di gestione ed allocate le posizioni affinché le strategie definite possano garantire il raggiungimento dell’obiettivo predisposto.
Vengono inoltre valutati ulteriori aspetti gestionali volti a garantire i margini aziendali.

50 verbi del fare NPL: raggruppare

Con questo verbo si intende indicare l’attività di analisi di una serie di indicatori per costruire un indice con i dati a disposizione.
Oppure con il verbo raggruppare si intende l’attività di analisi di portafogli simili che vengono agglomerati per poter estrapolare una strategia coordinata per la gestione.

50 verbi del fare NPL: rateizzare

Questo verbo indica un’operazione molto frequente nella gestione del recupero crediti. Spesso l’importo da recuperare è molto elevato ed è difficile riceverlo in un’unica soluzione. La rateizzazione consente di dilazionare la somma per il cliente in modo da rendere sostenibile il pagamento.

50 verbi del fare NPL: rendicontare

Questo verbo ha una duplice veste, da un lato si utilizza per indicare una rendicontazione di tipo finanziario per valutare le performance e gli incassi verso l’esterno. Può essere utilizzato anche per indicare la gestione interna della fatturazione attiva e passiva, calcolando per il numero di posizioni lavorate l’incasso o le provvigioni.

50 verbi del fare NPL: reperire

All’ interno di un portafoglio si indica con questo verbo l'operazione di rintraccio del debitore. Si contatta il soggetto interessato con la finalità di incassare il credito, maggiore è il numero di persone reperite all’ interno di un portafoglio maggiore sarà il recupero del credito stesso e quindi il tasso di reperibilità è fondamentale.
La capacità di rintracciare un soggetto debitore dipende dall ’abilità interna del dipartimento di ricercare informazioni su di esso.

50 verbi del fare NPL: stimare

Questo verbo indica due differenti aspetti della gestione. Da un lato è legato alla performance attesa del portafoglio oggetto di gestione, per il quale viene stimata la curva di recupero. La stima può anche riguardare il valore monetario del portafoglio associato al costo di mercato, questo tipo di analisi è finalizzata alla valutazione del prezzo di acquisto dello specifico lotto.

50 verbi del fare NPL: visitare

Nell’ambito dell’attività di home collection la visita domiciliare rappresenta una delle modalità più efficaci di recupero del credito nell’area NPL. Il contatto diretto tramite la visita con il debitore consente di poter raggiungere un doppio obiettivo: da un lato aumentare la reperibilità del cliente e dall’altro favorire una maggiore comprensione della problematica grazie ad un confronto diretto per la ricerca della soluzione più idonea per entrambe le parti.

Affidabilità creditizia

Capacità di una persona o impresa di onorare il debito contratto restituendo capitale ed interessi nei tempi stabiliti.

Asset backed securities

Si tratta di uno strumento finanziario, un'obbligazione negoziabile o trasferibile emessa a fronte di operazioni di cartolarizzazione, garantita dagli attivi sottostanti.
L'emissione avviene a opera di SPV (Special Purpose Vehicle) create da banche, imprese o pubbliche amministrazioni. Queste trasferiscono alle SPV crediti o altre attività finanziarie normalmente poco liquide (di difficile negoziazione, ad esempio crediti da mutui). La SPV emette obbligazioni (le obbligazioni ABS) collocabili sui mercati, soprattutto se hanno un buon rating. I crediti ceduti sono costituiti a garanzia del pagamento delle obbligazioni emesse. Esiste una stretta correlazione tra pagamento delle cedole e le somme incassate dai crediti ceduti.

BRRD

Con questa sigla si intende indicare la Bank Recovery and Resolutione Directive che introduce in tutti i paesi europei regole armonizzate per prevenire e gestire le crisi delle banche e delle imprese di investimento. La direttiva è stata recepita dal Parlamento italiano il 2 Luglio 2015.
La direttiva BRRD istituisce un regime armonizzato che comprende: a) misure per prevenire l'insorgere di crisi e misure di intervento precoce idonee ad affrontare con successo casi di banche in difficoltà;
b) misure preparatorie perché una eventuale risoluzione possa essere condotta rapidamente e con i minimi rischi per la stabilità finanziaria del Paese;
c) strumenti di risoluzione comuni a tutti i Paesi membri per risolvere efficacemente le crisi in alternativa alla liquidazione quando la crisi stessa potrebbe avere un impatto sull'intero settore;
d) istituzione del Fondo nazionale di risoluzione.

Bad Bank

Una bad bank consiste nella creazione di un veicolo societario in cui far confluire gli asset “tossici” di una banca. Con tale termine si fa riferimento alla suddivisione in due di una banca, nella sua parte “buona” (good bank) e in quella “cattiva” (bad bank). La banca buona si occuperà di tutte le parti sane dell’attività di credito, mentre la parte cattiva comprenderà tutte le attività cosiddette “tossiche”.

Bureau Score

Indice della rischiosità creditizia di un soggetto. Basato sull’analisi dei dati registrati presso le centrali rischi e altre informazioni relative al suo livello di indebitamento complessivo, al comportamento nel rimborso dei finanziamenti e alle tipologie di credito in corso.

Cartolarizzazione

La cartolarizzazione dei crediti (Securization) è un'operazione finanziaria che consiste nella cessione a titolo oneroso di un portafoglio di crediti pecuniari o di altre attività finanziarie non negoziabili, individuabili anche in blocco, capaci di generare flussi di cassa pluriennali.
I crediti vengono ceduti da una o più aziende (Originator) ad una società-veicolo (SPV) che, a fronte delle attività cedute, emette titoli negoziabili da collocarsi sui mercati nazionali o internazionali.

Consolidare un debito

Ottenere un nuovo finanziamento di importo sufficiente a estinguere tutti i debiti in corso pagando un’unica rata per un periodo medio/lungo di tempo. Solitamente sono consolidabili i mutui ipotecari, i prestiti personali, i prestiti auto, il credito al consumo e le cessioni del quinto e più in generale tutte le forme debitorie documentabili.

Credit Score

indice in grado di dare la misura dell’affidabilità creditizia di un soggetto. Il valore finale deriva dal rapporto di credito del cliente, dai dati personali, forniti dal cliente stesso (età, occupazione, reddito), dai finanziamenti in atto e precedenti (dati forniti dal Credit bureau, e dalla Centrale dei Rischi).

Crediti deteriorati

I crediti deteriorati (non performing loans) sono attività che non riescono più a ripagare il capitale e gli interessi dovuti ai creditori. Si tratta di crediti per i quali la riscossione è incerta sia in termini di rispetto della scadenza che per ammontare dell’esposizione. Si distinguono in varie categorie fra le quali le più importanti sono gli incagli e le sofferenze. Gli incagli rappresentano delle esposizioni nei confronti di soggetti in situazione di difficoltà obiettiva, ma temporanea. Le sofferenze sono crediti la cui riscossione non è certa da parte degli intermediari che hanno erogato i finanziamenti perché i soggetti debitori risultano in stato di insolvenza.

Crediti di sofferenza

I crediti deteriorati (non performing loans) sono attività che non riescono più a ripagare il capitale e gli interessi dovuti ai creditori. Si tratta di crediti per i quali la riscossione è incerta sia in termini di rispetto della scadenza che per ammontare dell’esposizione. Si distinguono in varie categorie fra le quali le più importanti sono gli incagli e le sofferenze. Gli incagli rappresentano delle esposizioni nei confronti di soggetti in situazione di difficoltà obiettiva, ma temporanea. Le sofferenze sono crediti la cui riscossione non è certa da parte degli intermediari che hanno erogato i finanziamenti perché i soggetti debitori risultano in stato di insolvenza.

Debito residuo

Parte del capitale erogato (non include cioè gli interessi) che il debitore deve ancora versare al creditore.

Due Diligence

L'espressione inglese due diligence (in italiano: dovuta diligenza) indica l'attività di investigazione e di approfondimento di dati e di informazioni relative all'oggetto di una trattativa. Il fine di questa attività è quello di valutare la convenienza di un affare e di identificarne i rischi e i problemi connessi, sia per negoziare termini e condizioni del contratto, sia per predisporre adeguati strumenti di garanzia, di indennizzo o di risarcimento.

Durata del finanziamento

Intervallo temporale pattuito fra creditore e dal debitore entro cui quest’ultimo si impegna a restituire il prestito, alle condizioni concordate.

Erogazione

Fase conclusiva di un'operazione di finanziamento con la quale si perfeziona, un contratto di credito.Con questa operazione al debitore viene consegnato il denaro richiesto.
Nel caso del credito al consumo finalizzato all’acquisto di un bene o servizio attraverso l’intermediazione del rivenditore, l’ammontare di denaro viene consegnato direttamente a quest’ultimo soggetto.

Fideiussione

E' un contratto grazie al quale una terza persona aggiunge la sua responsabilità a quella del debitore (obbligo personale) garantendo così l’esecuzione e il buon fine degli impegni presi. Grazie alla fideiussione il creditore ha una doppia garanzia per il recupero del credito: quella del debitore, e quella del fideiussore.

Finanziamento Rateale

E' un prestito il cui rimborso è stabilito con rate dilazionate nel tempo e rientra nella normativa del credito al consumo.

GACS

E' l'acronimo che indica il meccanismo di Garanzia di Cartolarizzazione delle Sofferenze, ovvero il meccanismo che attraverso incentivi permetterà di piazzare sul mercato i crediti deteriorati delle banche italiane in difficoltà. Questi non saranno trasferiti in un'unica Bad Bank ma a entità separate e gestite individualmente.
Le Banche potranno beneficiare di una garanzia dello Stato sulle tranches Senior degli asset messi in sicurezza. Le garanzie saranno valutate a prezzo di mercato e quindi non rappresentano aiuti di Stato.

Garanzia

Valore presentato dal debitore al finanziatore a fronte della concessione di un prestito, su cui il creditore si può rivalere in caso di insolvenza. Le garanzie possono essere reali (per esempio pegno o ipoteca su un bene fisico, come una casa o macchina) o personali (come per esempio la firma di un coobbligato, una fideiussione).

Informazioni commerciali

Le informazioni commerciali sono uno strumento indispensabile per valutare anticipatamente la solidità finanziaria di nuovi clienti e tutelarsi dal rischio di insolvenza. Si tratta di rapporti informativi che prendono in esame tutti gli aspetti fondamentali delle aziende combinando dati ufficiali (bilanci, protesti, soci, dati camerali etc.) con dati proprietari (storico aziendale, verifica dati con copertura sui media, investigazioni etc.)

Insolvenza

Stato del debitore quando non adempie al contratto sottoscritto con il creditore e rimborsa solo parte del debito. Per il rimborso del debito residuo e degli interessi maturati e non pagati, il creditore può rivalersi sulla garanzia concessa dal debitore.

Ipoteca

E' un diritto di garanzia che dà al creditore, in caso di insolvenza del debitore, il potere di espropriare il bene sul quale l’ipoteca è stata iscritta e di essere soddisfatto con preferenza sul prezzo ricavato dalla vendita.

Limite di credito

Ammontare massimo messo a disposizione del debitore da parte del creditore. Frequente nelle carte di credito: indica la somma di denaro massima spendibile.

Modulo Secci

Detto anche IEBCC (Informazioni Europee di base sul credito ai consumatori). Informativa Precontrattuale o Documento Conforme. Si tratta di un documento preparato secondo quanto disposto da Banca d’Italia in attuazione della direttiva Europea sul Credito ai Consumatori, in vigore da 1 giugno 2011. Prima che il cliente sia vincolato da un contratto, il Finanziatore fornisce tutte le informazioni necessarie per avere completa chiarezza delle condizioni economiche e caratteristiche principali del finanziamento proposto.

Pegno non possessorio

Con il pegno non possessorio si introduce una nuova forma di garanzia per la riscossione del credito fino ad oggi esclusa dal nostro ordinamento. Gli imprenditori iscritti nel registro delle imprese possono costituire, attraverso contratto, il pegno per garantire i crediti relativi all'esercizio dell'attività d'impresa, presenti o futuri, se determinati o determinabili e con la previsione dell'importo massimo garantito, concessi da banche o intermediari finanziari.
Il pegno non possessorio può essere costituito su beni mobili destinati all'esercizio dell'impresa, con esclusione dei beni mobili registrati (è il caso dei veicoli, per esempio).

Piano di rientro

Programma di estinzione o di abbassamento del debito, o del prestito ricevuto, possibilmente a rate costanti.
Tale piano, molto spesso, viene definito mediante sottoscrizione di effetti cambiari.

Prestito personale

E' un finanziamento richiesto presso un intermediario, banca o finanziaria, per un utilizzo libero da parte del debitore. E’ concesso in generale ad una persona fisica. Il credito non è subordinato all’acquisto di uno specifico bene o servizio.
È di importo prefissato ed è rimborsabile secondo un piano di ammortamento ben preciso, con tempi e modi definiti.

Protesto

Procedura prevista dalla legge, quando il debitore non ottempera al pagamento di titolo di credito (assegno, cambiale, vaglia cambiario) entro una data prefissata. A fronte del mancato pagamento il creditore può rendere esecutivo il titolo non coperto e quindi avviare le procedure per il precetto e per il pignoramento.

Rapporto di credito

E' una elaborazione che raccoglie tutte le informazioni degli operatori economici relativamente a ogni operazione di finanziamento, ai pagamenti e alle richieste di credito del debitore.

Rata

Il rimborso di un prestito da parte del debitore può avvenire in unica soluzione o con una cadenza periodica prestabilita, attraverso rate. Ogni rata è generalmente comprensiva sia della quota capitale che della quota di interessi maturata.

Rating

Il rating è un giudizio indipendente che viene espresso sulle capacità di un soggetto di pagare o meno i propri debiti.
Si basa su un’analisi approfondita di dati ufficiali e valutazioni complessive di vari parametri per generare un parere obiettivo sul soggetto in questione.

Reoco

Con questo termine si intende una Real Estate Owned Company costituita internamente ad una banca. Si tratta di una società che va in asta e compra l'immobile che era stato originariamente dato in garanzia alla banca per evitare che il valore della garanzia si depauperi.

SIC

Banche dati che raccolgono e gestiscono info relative a rapporti di credito.
Dal 1° gennaio 2005 è in vigore il "Codice di deontologia e buona condotta per i sistemi informativi gestiti da soggetti privati in tema di crediti al consumo, affidabilità e puntualità nei pagamenti", pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 300 del 23 dicembre 2004, che disciplina specificamente l'attività dei SIC e degli enti finanziari che vi accedono. Sottoscritto dai gestori dei SIC, dai rappresentanti degli enti finanziari, da alcune associazioni dei consumatori e dal Garante per la protezione dei dati personali, il Codice prevede una serie di disposizioni chiare e precise a tutela dei dati personali dei soggetti censiti, in armonia con il dettato legislativo del Codice Privacy (Dlgs. 196/2003).
Le banche e società finanziarie possono consultare tali informazioni solo per finalità collegate alla tutela del credito e al contenimento dei relativi rischi.
Gli individui iscritti possono richiedere ai S.I.C. la correzione, aggiornamento o integrazione dei dati inesatti o incompleti, e la cancellazione di quelli trattati in violazione della legge a titolo gratuito.

Scoring

Lo scoring è una valutazione automatica di un soggetto sottoposto ad analisi. L’analisi è generata utilizzando per ogni variabile uno score cioè un punteggio numerico, ricavabile dall'inserimento nel modello matematico utilizzato di alcuni indicatori indicizzati. Lo scoring è un punteggio assegnato in maniera veloce senza un'analisi approfondita dei dati a differenza del rating.

Sollecito

Il sollecito al pagamento è una forma di ricorso per la riscossione e il recupero dei crediti. A seguito dell’emissione di una fattura per l’erogazione di un servizio o bene, c’è da corrispondere un pagamento (entro 30 giorni o 60 giorni se concordato con l’azienda) e se questo resta insoluto è diritto di chi ha emesso la fattura esigerne il pagamento anche attraverso le vie legali.
Solitamente prima di fare ricorso agli avvocati è opportuno inviare delle lettere di sollecito(almeno tre) prima una sorta di promemoria del pagamento, poi un vero e proprio sollecito e infine la lettera di diffida con messa in mora tramite avvocato.

Sovraindebitamento

Impossibilità di pagare le rate di un prestito personale o di un mutuo. Ciò si verifica quando non vi è equilibrio tra i mezzi a disposizione del debitore e la sua situazione di indebitamento, con uscite superiori alle entrate. Ogni tipologia di prestito va considerata con equilibrio; ad esempio il credito al consumo non deve essere considerato un produttore di danni. Infatti se utilizzato con criterio, si configura come elemento funzionale al moderno sistema economico di cui è considerato fattore trainante.

Spv

Le Spv sono le cosiddette “Special purpose vehicle“ (società veicolo) sono società costituite ad hoc per realizzare la cartolarizzazione di crediti. In pratica emettono titoli per finanziare l’acquisto di crediti ceduti da un originator, per poi recuperarli e rimborsarli.
Una delle caratteristiche principali di queste società è la dotazione di un patrimonio separato e destinato esclusivamente allo svolgimento della procedura obbligazionaria, completamente autonomo rispetto a quello della Spv.

TAEG (Tasso annuo effettivo globale)

E' l’indice del costo complessivo del prestito per il cliente. Il criterio per il calcolo del taeg è fissato dalla legge. Il taeg permette di confrontare le offerte di finanziamento alternative, a patto che queste abbiano le stesse caratteristiche in termini di importo e durata. A differenza del tan il taeg comprende anche le spese come quelle d'istruttoria.

TAN

E' il tasso che indica solo la misura degli interessi da pagarsi su un prestito; non sono comprese eventuali altre spese

TEG (Tasso Effettivo Globale)

Indice, espresso in termini percentuali, su base annua, del costo complessivo del finanziamento escluse le spese assicurative.

Tasso di Recupero di un credito

Rappresenta un riferimento numerico (tasso o percentuale) con il quale un credito potrà essere recuperato in una società soggetta a procedure fallimentari o in un soggetto privato debitore. Il tasso o percentuale stabilisce in che misura sarà recuperato. Stabilire tale percentuale dipende da molti fattori, ad esempio la natura del creditore, il livello occupazionale di un creditore rispetto all’altro, il quadro normativo. Il tasso viene elaborato definendo per ogni variabile di rischio, conosciuta e sconosciuta un valore statistico.

Tasso lordo

E' il tasso comprensivo dell’imposizione fiscale.

Tasso netto

E' il tasso al netto dell’imposizione fiscale.

Visura Camerale

La visura è un documento informativo con tutti i dettagli riguardanti un’azienda iscritta presso la Camera di Commercio. Sono riportati aspetti legali e anagrafici dell’impresa, la denominazione, la forma giuridica, la sede legale, il codice fiscale, il tipo di attività svolta e altri elementi relativi agli organi di amministrazione e alle cariche sociali.
La visura camerale può essere ordinaria, quando riporta le informazioni legali attuali, oppure storica, quando fornisce notizie sulle vicende passate dell’impresa dalla sua nascita fino ad oggi.